Come mitigare gli attacchi DDoS su WordPress

Gli attacchi DDoS possono rallentare i siti Web e renderli inaccessibili agli utenti. Questi attacchi possono essere indirizzati a siti Web di piccole e grandi dimensioni.
Ora, ti starai chiedendo come può un sito Web per piccole imprese che utilizza WordPress impedire tali attacchi DDoS con risorse limitate?
In questa guida, ti mostreremo come fermare e prevenire efficacemente un attacco DDoS su WordPress. Il nostro obiettivo è aiutarti a imparare come gestire la sicurezza del tuo sito Web contro un attacco DDoS come un vero professionista.
Arresto e prevenzione di un attacco DDOS su un sito WordPress
Che cos’è un attacco DDoS?L’attacco DDoS, abbreviazione di attacco Denial of Service distribuito, è un tipo di attacco informatico che utilizza computer e dispositivi compromessi per inviare o richiedere dati da un server di hosting WordPress. Lo scopo di queste richieste è di rallentare e infine arrestare il server di destinazione.
Gli attacchi DDoS sono una forma evoluta di attacchi DoS (Denial of Service). A differenza di un attacco DoS, sfruttano più macchine o server compromessi distribuiti in diverse aree.
Queste macchine compromesse formano una rete, che a volte viene chiamata botnet. Ogni macchina interessata funge da bot e lancia attacchi al sistema o al server di destinazione.
Ciò consente loro di passare inosservati per un po ‘e causare il massimo danno prima di essere bloccati.
Diagramma di attacco DDoS
Anche le più grandi compagnie Internet sono vulnerabili agli attacchi DDoS.
Perché gli attacchi DDoS accadono?
Ci sono diverse motivazioni dietro gli attacchi DDoS. Di seguito sono riportati alcuni comuni:
Persone tecnicamente esperte che si annoiano e lo trovano avventurosoPersone e gruppi che cercano di esprimere un punto politicoGruppi destinati a siti Web e servizi di un determinato paese o regioneAttacchi mirati contro una specifica azienda o fornitore di servizi per causare loro danni monetariRicattare e riscuotere i soldi del riscattoQual è la differenza tra un attacco di forza bruta e un attacco DDoS?
Attacco a forza bruta
Gli attacchi di forza bruta di solito cercano di entrare in un sistema indovinando le password o provando combinazioni casuali per ottenere un accesso non autorizzato a un sistema.
Gli attacchi DDoS sono usati semplicemente per bloccare semplicemente il sistema mirato rendendolo inaccessibile o rallentandolo.
Quali danni possono essere causati da un attacco DDoS?
Gli attacchi DDoS possono rendere inaccessibile un sito Web o ridurre le prestazioni. Ciò può causare un’esperienza utente negativa, perdita di attività e i costi di mitigazione dell’attacco possono essere in migliaia di dollari.
Ecco una ripartizione di questi costi:
Perdita di attività dovuta all’inaccessibilità del sito WebCosto dell’assistenza clienti per rispondere a domande relative all’interruzione del servizioCosto dell’attenuazione dell’attacco assumendo servizi di sicurezza o supportoIl costo maggiore è la cattiva esperienza dell’utente e la reputazione del marchioCome fermare e prevenire attacchi DDoS su WordPressGli attacchi DDoS possono essere abilmente mascherati e difficili da affrontare. Tuttavia, con alcune best practice di sicurezza di base, puoi prevenire e fermare facilmente gli attacchi DDoS che incidono sul tuo sito Web WordPress.
Ecco i passaggi da eseguire per prevenire e arrestare gli attacchi DDoS sul tuo sito WordPress.
Rimuovi DDoS / Brute Force Attack verticalsLa cosa migliore di WordPress è che è altamente flessibile. WordPress consente a plug-in e strumenti di terze parti di integrarsi nel tuo sito Web e aggiungere nuove funzionalità.
Per fare ciò WordPress rende disponibili diverse API per i programmatori. Queste API sono metodi con cui plug-in e servizi WordPress di terze parti possono interagire con WordPress.
Tuttavia, alcune di queste API possono anche essere sfruttate durante un attacco DDoS inviando una tonnellata di richieste. Puoi disabilitarli in sicurezza per ridurre tali richieste.
Come mitigare gli attacchi DDoS su WordPress
Disabilita XML RPC in WordPress
XML-RPC consente alle app di terze parti di interagire con il tuo sito Web WordPress. Ad esempio, è necessario XML-RPC per utilizzare l’app WordPress sul dispositivo mobile.
Se sei come la stragrande maggioranza degli utenti che non utilizzano l’app per dispositivi mobili, puoi disabilitare XML-RPC semplicemente aggiungendo il seguente codice al file .htaccess del tuo sito web.

# Block WordPress xmlrpc.php requests
<Files xmlrpc.php>
order deny,allow
deny from all
</Files>

Disabilita l’API REST in WordPress
L’API REST JSON di WordPress consente ai plug-in e agli strumenti di accedere ai dati di WordPress, aggiornare i contenuti e / o persino eliminarli. Ecco come è possibile disabilitare l’API REST in WordPress.
La prima cosa che devi fare è installare e attivare il plug-in Disable WP Rest API.
Il plug-in funziona immediatamente e disabilita semplicemente l’API REST per tutti gli utenti non connessi.

Chi è l'autore: WP Italia Unofficial
Raccontaci qualcosa di te.

Partecipa!

Unisciti e Partecipa!

E' la Community non Ufficiale di WordPress

Commenti

Ancora nessun commento